Interventi assistenziali

Interventi assistenziali

L’Amministrazione attraverso l’erogazione di interventi assistenziali in denaro, aiuta il dipendente a far fronte a diverse tipologie di spese.

Importante leggere la circolare che trovare anche tra i download del sito.

Provo a riassumere il tutto in poche righe e senza giri di parole.

Se sostenete delle spese di un certo spessore economico (elencate alla fine del post) potete richiedere in base al vostro valore ISEE, una percentuale della spesa fatturata a rimborso.

Pratica per Interventi Assistenziali a favore del personale militare E.I. – A.M. – M.M.

L’erogazione di interventi assistenziali individuali in denaro (sussidi) rappresenta un gesto di vicinanza dell’Amministrazione della Difesa verso i dipendenti militari in servizio ed in quiescenza ed i loro familiari, ovvero superstiti.

I suddetti interventi hanno la finalità di aiutare il dipendente a far fronte ad esigenze impreviste che comportano oneri tali da porre in crisi il bilancio familiare

Valutazione dello stato di bisogno

Si considera esistente uno stato di bisogno quando:

  • il valore ISEE non supera € 32.000,00;
  • la spesa sostenuta, per ogni livello di reddito, non è inferiore agli importi indicati nella allegata tabella.

Non potranno essere pertanto esaminate le istanze prive di tali requisiti.

Valore ISEE Spesa minima % rimborso
€ 12.000,00 € 800,00 80%
€ 14.000,00 € 1000.00 75%
€ 16.000,00 € 1200.00 70%
€ 17.000,00 € 1400.00 65%
€ 18.000,00 € 1600.00 60%
€ 19.000,00 € 1700.00 55%
€ 20.000,00 € 1800.00 50%
€ 21.000,00 € 1900.00 45%
€ 22.000,00 € 2000.00 40%
€ 23.000,00 € 2100.00 35%
€ 24.000,00 € 2200.00 30%
€ 26.000,00 € 2300.00 25%
€ 28.000,00 € 2400.00 20%
€ 30.000,00 € 2500.00 15%
€ 32.000,00 € 2600.00 10%

LEGENDA

L’importo del sussidio erogato per singola istanza, riferito alla presente tabella esplicativa, è contenuto nei seguenti limiti:

  • spese sanitarie: 80% della spesa sostenuta;
  • spese sanitarie odontoiatriche e ortodontiche: € 1.500,00 (50% dell’importo risultante dal conteggio di cui alla fascia ISEE di riferimento in relazione alla spesa sostenuta);
  • spese funerarie: € 1.000;
  • ausili uditivi e ortopedici: € 1.000,00;
  • ausili visivi: € 500,00;
  • furto con scasso nella propria abitazione: € 1.000,00 (per il riacquisto dei beni di prima necessità impignorabili sottratti);
  • furto con scasso nella propria abitazione: € 500,00 (per il ripristino degli infissi e porta di ingresso danneggiati);
  • calamità naturali, eventi particolari: € 3.000,00 (per il riacquisto di beni impignorabili perduti);
  • calamità naturali: € 1.500,00 (per il ripristino/riacquisto dell’autovettura se il danno non è coperto da polizza assicurativa);
  • adozioni: 25% della spesa sostenuta per ogni figlio adottato.

Vi lascio quindi alla lettura del documento in pdf che trovate anche nella sezione download.

Seguici su:

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *